|

Il Clima della Sardegna

image-2498
La Sardegna presenta un clima tipicamente mediterraneo, con inverni miti e temperature che lungo le coste scendono raramente sotto lo zero. D’estate il clima è caldo e secco con temperature che superano i 30°C con punte anche superiori ai 40°C, il caldo è però reso sopportabile dal basso tasso di umidità e dalle brezze marine. Nelle aree interne il clima acquisisce un carattere di tipo continentale con forti escursioni termiche e temperature minime invernali  che possono anche scendere abbondantemente al di sotto degli zero gradi, soprattutto sui rilievi dove d’inverno nevica frequentemente, e caldo torrido durante l’estate.

Le precipitazioni in Sardegna non sono generalmente abbondanti e sono concentrate prevalentemente nei mesi  invernali tra ottobre ed aprile, le aree più piovose sono quelle occidentali in quanto maggiormente esposte alle perturbazioni di origine oceanica, mentre al contrario durante l’estate queste zone diventano le più aride dell’isola. D’inverno la neve non è un fenomeno infrequente, con nevicate che sopra i  1.000 metri  possono anche essere abbondanti tanto che sul massiccio del Gennargentu il manto nevoso può durare anche diversi mesi consentendo anche di praticare gli sport invernali. Tra maggio e settembre, quando il Mediterraneo è dominato dagli anticicloni, si ha invece la stagione secca con tempo soleggiato per lunghi periodi, con l’unica eccezione per i rilievi interni dove si verificano occasionali temporali.

La Sardegna è anche una regione molto ventosa, essendo infatti lontana dalle masse continentali e quindi priva di barriere si trova esposta alle correnti durante tutti i periodi dell’anno. I venti dominanti sono il Maestrale e lo Scirocco. In estate il Maestrale mitiga le temperature mentre d’inverno è spesso responsabile di irruzioni fredde e piovose. Lo Scirocco, preveniente da sud, si accompagna spesso alle polveri provenienti dal deserto del Sahara ed è responsabile di ondate di calore durante l’estate, mentre durante l’inverno è la principale causa di maltempo sulle aree meridionali della Sardegna.

Il clima in Ogliastra

L’interno del territorio ogliastrino è caratterizzato dalla presenza del Supramonte con un’altezza media degli altopiani di circa 900 m. e del Massiccio del Gennargentu di cui la Punta La Marmora è la cima più elevata con i suoi 1.834 m. sul livello del mare, il caldo estivo sulle coste è  così spesso mitigato dai venti di caduta che scendono dai monti, permettendo di godere di temperature sensibilmente inferiori al resto dell’isola. Rispetto al resto della Sardegna inoltre, l’Ogliastra si caratterizza per il fatto di essere un’area frequentemente riparata dai venti di Maestrale, quando le altre parti dell’isola sono battute da forti venti in Ogliastra soffia solo una leggera brezza.